Gazzettino | 06/09/2016

Un’estate da record sulle mura

Nei mesi di luglio e agosto i turisti stranieri sono aumentati di oltre il 20%. Molte le proposte.

L’estate non è ancora terminata, ma sono poche le persone in ferie e gli studenti si preparano a ricominciare il nuovo anno scolastico lunedì prossimo. L’Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica nella sede del Capitano in Porta Bassano traccia già un andamento turistico estivo a Cittadella, con i dati dei biglietti staccati per visitare il camminamento di ronda.
E’ stata un’estate da record spiega la responsabile Elena Bonaldo “Ad agosto il 20% dei visitatori è arrivato dall’estero mentre a luglio si è toccato il 22% su una media annuale, durante gli altri mesi, dei 10% di stranieri. Quindi nei mesi estivi abbiamo raddoppiato. Ad agosto sono salite sulle mura più di settemila persone contro le 6500 del 2015.” Dalla Germania sono arrivati in 190, dalla Gran Bretagna in 175, dalla Francia in 145, dagli USA in 139 e dall’Olanda in 113. Seguono altre 47 nazionalità. Molti turisti vengono dall’Europa, con un incremento soprattutto dei britannici e dei francesi. Le richieste cambiano: molte le attività extra-visita, come il noleggio delle barche per navigare il fossato attorno alle mura e il noleggio di biciclette. Per queste ultime venti i noleggi in un solo mese. Non era mai successo.
Inoltre, sottolineano sempre allo IAT, i turisti stranieri cercano strutture ricettive come gli agriturismi e preferiscono la campagna e l’utilizzo della piscina. “Molta la richiesta di turismo genuino e locale, come ad esempio la partecipazione alle sagre e agli eventi tipici che più caratterizzano la nostra regione – conclude Elena Bonaldo- In estate l’offerta turistica e culturale è stata ampliata e ha compreso l’apertura straordinaria nel mese di agosto di Palazzo Pretorio e l’iniziativa del tramonto in musica sulle mura”.
Un aumento di presenze dovuto alla sempre dinamica promozione di mura e territorio da parte dello IAT e del Comune, ma anche, e lo riconosce anche Bonaldo, i visitatori hanno preferito piccole cittadine e itinerari particolari, complice la situazione di insicurezza internazionale.

 

I commenti sono chiusi.