Gazzettino | 3/01/2017

Turisti sulle mura, anno da record

Nel 2016 oltre 70mila visitatori lungo il camminamento di ronda: +6,8% rispetto al 2015
Già prima che il 2016 fosse terminato, le presenze di turisti sul camminamento di ronda avevano superato quelle del 2015. A dicembre è stato festeggiato il biglietto numero 70mila dall’inizio dell’anno staccato da una signora americana in vacanza in Veneto con la famiglia. Un segno, dati alla mano rappresentati dai biglietti staccati, di come sia in crescita la promozione di Cittadella e del suo territorio, con un ritorno altamente positivo. Scorrendo i dati, nel 2016 sul camminamento sono salite 71726 persone mentre nel 2015 sono state 67136. Un segno positivo di 4590 turisti che in percentuale fanno +6,8%. Nel 2014 i visitatori erano stati 60 mila mentre nel 2013 erano 40 mila. Insomma, una crescita continua. Risultati che premiano anche la scelta gestionale. Ridotti i fondi per il turismo, l’Amministrazione comunale ha privatizzato l’ufficio Informazioni ed accoglienza turistica (sede nella Casa del Capitano in porta Bassano) gestito su convenzione dall’associazione Historia Tourism presieduta da Elena Bonaldo con vice Cristina Pesavento. Con questa scelta si sono tolte le spese a carico del Comune. L’attività svolta non ha scopo di lucro perché gli introiti derivati dal turismo vengono reinvestiti proprio nel turismo stesso. Ed è la promozione con nuove iniziative accanto al rafforzamento di quelle in essere, il segreto della crescita turistica. Tra le iniziative editoriali in corso a gennaio con Cittadella promossa in riviste nazionali; nel periodo natalizio i 30 figuranti del presepio vivente per la prima volta allestito sulle mura (rappresentazione il 6 gennaio), incremento di gadget delle mura come pure dei laboratori medievali per studenti e famiglie. Creati dei speciali pacchetti visita per le scuole. Solo per citare alcune attività. Altro particolare: il sito www.visitcittadella.it è tradotto in otto lingue. Massima l’attenzione ai social. Non secondario poi che nell’ufficio turistico Iat operino venti liberi professionisti. I buoni risultati non sono un traguardo. C’è molto da fare. Nel frattempo il 2017 è cominciato alla grande. Il 1 gennaio i visitatori hanno toccato le 742 presenze.

I commenti sono chiusi.