Gazzettino | 6/09/2013

TRE GIORNI NEL NOME DEI VENETI

Da oggi a domenica la tradizionale festa che compie in questa edizione 10 anni

Momento clou l’alzabandiera della Serenissima. Il Comune: “Un’occasione di cultura”

Compie dieci anni la Festa dei Veneti, appuntamento annuale a Cittadella che la ospiterà da oggi fino a domenica, con lo scopo di creare vari momenti aggregativi finalizzati alla conoscenza della storia del Veneto e soprattutto per rendere consapevoli i veneti dell’essere popolo. Una “eccezione” c’è nell’edizione del decennale ed è rappresentata dall’approfondimento di questa sera sul referendum per l’indipendenza del Veneto. In piazza Pierobon alle 20,30 l’incontro pubblico in vista della discussione del 17 settembre in Regione.
“La Festa dei Veneti costituisce un momento di riflessione e di forte pressione popolare affinché ai veneti venga dato il diritto di decidere – spiega Alberto Montagner, neo presidente dell’associazione culturale Veneto Nostro-Raixe Venete, organizzatrice della manifestazione – Non daremo un indirizzo di voto, vogliamo però informare e discutere”.
“Una festa importante, desideriamo che il popolo veneto si renda conto di avere una storia e una cultura”, ha evidenziato il vicesindaco Luca Pierobon. “Un evento che è festa per tutti oltre che occasione culturale”, ha detto l’assessore alla Cultura Chiara Lago.
Domani dalle 19 in piazza, musica live dei Defenders con arrangiamenti di brani veneti, Herman Mediano e di Riccardo Cendron & Band. Domenica per tutta la giornata nel centro storico un centinaio di stand di associazioni culturali, mestieri di una volta, prodotti tipici e oggetti di artigianato. Al pomeriggio le rievocazioni storiche in uniformi d’epoca della Serenissima, culminanti, alle 16,30, nell’ormai tradizionale cerimonia dell’alzabandiera con Gonfalone di San Marco sulle note dell’inno Veneto. Ci sarà lo spettacolo teatrale in lingua veneta La Barca dei Comici di Carlo Goldoni, a cura della Compagnia Teatrale Altinate di Mogliano Veneto e, a conclusione dell’Evento, verranno eseguite “Le quattro stagioni” di Vivaldi suonate dall’Orchestra da camera di Radio Veneto Uno, diretta dal Maestro Giorgio Sini. Gran finale con i fuochi d’artificio da porta Vicenza.

 

I commenti sono chiusi.