Gazzettino | 8/03/2014

SUPER CICLABILE: ECCO IL TRATTO PADOVANO

PIAZZOLA LOREGGIA Sindaci e sottosegretario Degani ieri insieme: “Opportunità per il territorio”
SUPER CICLABILE: ECCO IL TRATTO PADOVANO
Taglio del nastro alle due ex stazioni rinate come bike-hotel, punti di ristoro e aree verdi

di Michelangelo Cecchetto

E’ una delle piste ciclabili più lunghe d’Europa la Treviso Ostiglia, con i suoi 110 chilometri. Di questi, 32 cadono nel territorio della provincia di Padova che cinque mesi fa ha aperto il tratto di competenza. Ieri a Piazzola sul Brenta prima e a Loreggia poi, il sottosegretario all’Ambiente Barbara Degani con il vice presidente della Provincia Mirko Patron, alla presenza rispettivamente dei sindaci Renato Marcon e Fabio Bui, hanno consegnato le chiavi ai concessionari di due ex strutture ferroviarie vincitori dell’asta di gestione, nelle quali si andranno a realizzare, entro l’anno se gli iter burocratici saranno snelli, una serie di strutture di servizio alla ciclabile, che faranno raggiungere alla pista gli standard europei permettendo all’opera di diventare volano per l’economia generata dagli appassionati di turismo sulle due ruote a pedali, con importanti ricadute nel territorio. Un’attenzione importante quella della Provincia che ha anche ottenuto 1,5 milioni di euro dall’Unione europea per allestire a Piombino Dese, in collaborazione con la comunità ebraica, il Museo della Treviso Ostiglia. Tornando alle aree assegnate, speiga Degani: “La Wiesse gestirà per 30 anni il lotto Piazzola, Campo San Martino, Curtarolo. Il ristrutturato magazzino ferroviario diverrà un punto di ristoro con cucina poi saranno realizzati un’area verde didattica, un parco giochi, servizi igienici con docce, noleggio bici ed officina, parcheggio auto e area di sosta attrezzata per camper, un info point con la richiesta della Fs di avere anche alcuni vagani dismessi”. La Wiesse, presieduta da Walter Baldassa, ha affidato a giovani architetti dello studio piazzo lese Officina 61, la realizzazione della progettazione. Canone annuo 10 mila euro. Dario Mazzonetto è il gestore del lotto Loreggia, Camposampiero e Piombino Dese, canone annuo 5400 euro. “A Loreggia- continua il sottosegretario- nell’ex casello sorgerà un bike-hotel, un deposito bici, un parcheggio scambiatore auto-biciclette ed una gelateria artigianale”. Restano da assegnare altri cinque lotti. A breve la pubblicazione del bando provinciale.

I commenti sono chiusi.