il gazzettino | 04/01/2011

Quattrocento studenti invadono la città murata

Cittadella oggi invasa da 400 tra ragazze e ragazzi dai 14 ai 18 anni, in visita in Veneto. Vengono dalla Lombardia e precisamente da Milano, Saronno, Como, Crema e Varese.
Ad organizzare la vacanza turistico-culturale, Gianni Mereghetti, professore delle scuole superiori di Abbiategrasso, assieme al parroco don Marcello. Dormono a Padova, visitano la comunità Ca Edimar e Venezia, oltre a Cittadella scelta non solo come semplice meta turistica, ma anche per realizzare un grande gioco che vedrà il centro storico piacevolmente animato dalle centinaia di giovani. La città medievale, attraverso l’ufficio Informazioni ed accoglienza turistica diretto da Elena Bonaldo, si è mobilitata per accogliere al meglio la comitiva che si muove con sette pullman. Parcheggeranno a Villa Rina e grazie alla dirigente della scuola «Pierobon» Marina Zanon, i ragazzi verranno ospitati nella palestra per il pranzo ed in via eccezionale nonostante la chiusura settimanale del martedi, rimarranno aperti per loro il camminamento di ronda e tutti i torrioni.
Proprio a Cittadella, questa la linea guida del gioco, verranno nascoste varie principesse. Una per ogni gruppo che attraverso una serie di prove dovrà trovare. Tra queste quella di fotografia con vari punti della città da immortalare. Ad esempio la colonna con il Leone Marciano di piazza Don Luigi Rossi, le terzine di Dante Alighieri all’esterno della Torre di Malta, il teatro all’aperto del municipio e la fontana di piazza Scalco.

I commenti sono chiusi.