Gazzettino | 17/02/2018

Piattaforme web e audio fiabe, così i negozi rilanciano

“Shopping view”, già 26 esercizi uniti nel servizio Google.

Visita virtuale ai negozi con il programma “Cittadella shopping view”, angoli con audio fiabe dedicati ai bambini negli esercizi le cui dimensioni lo permettano per essere così sempre più a misura di famiglia, corsi di formazione per gli operatori e monitoraggio periodico sulla situazione dei negozi per adottare le misure di supporto più idonee.Sono le linee operative concrete che interessano il commercio cittadellese dopo l’esperienza dei distretti del commercio promossi dalla Regione e che hanno visto Cittadella protagonista. Sono state presentate alla presenza del primo cittadino Luca Pierobon, dell’assessore al commercio Filippo De Rossi, di Silvia Cherubin in rappresentanza dei commercianti cittadellesi e di Marco Serraglio e Giacomo Pessa, rispettivamente direttore di Cescot Veneto Confesercenti ed esperto in comunicazione dell’ente formativo.“Il Comune crede nel commercio, non solo degli operatori del centro storico, ma anche dei borghi e delle frazioni – ha spiegato Pierobon -. È sempre più necessario fare sistema sfruttando anche la risorsa rappresentata dal turismo in crescita. A Cittadella non si apriranno mai centri commerciali; invito poi a comprare cittadellese perché si sostiene il territorio a partire dagli operatori che fanno della preparazione e della qualità dei prodotti la loro peculiarità”. “Cittadella è sempre più attrattiva grazie a dinamiche basate sul gruppo e a vari tipi di supporto al settore – ha sottolineato De Rossi -. C’è un sempre maggior coinvolgimento degli operatori in grado di diversificarsi e quindi di richiamare il pubblico. Ci sono avvicendamenti com’è naturale che sia, ma il settore è solido e commercianti ed esercenti si mettono in gioco”. Dati alla mano, da marzo a giugno dello scorso anno sono stati 9 i percorsi formativi con la partecipazione di 42 imprese per un centinaio di operatori. Adesso le nuovissime iniziative. Con “Cittadella shopping view”, via web si potranno visitare i negozi dalla piattaforma di ricerca Google street view. Sono 26 gli spazi già online e tutti gratuitamente. Giochi tradizionali ma anche innovative audio fiabe a disposizione in corner specifici per bambini, mentre mamma e papà scelgono i prodotti. “Se vive il commercio vive la città, questo rimane un punto fermo dell’amministrazione”.

I commenti sono chiusi.