IL GAZZETTINO | 06/2010

Nella notte bianca record di presenze

Non poteva esserci serata migliore, non eccessivamente calda vista la leggera brezza, per accogliere la quarta edizione della Notte bianca. Venerdì sera il centro storico felicemente invaso da diverse migliaia di persone, per la maggior parte giovani, ma anche da famiglie, che hanno avuto la possibilità di assistere a vari spettacoli prevalentemente di musica. Quello clou, in piazza Pierobon, con il duo comico di Zelig dei Pali & dispari. Negozi aperti fino a mezzanotte, mostra a Palazzo Pretorio mentre sono stati 556 i visitatori del camminamento di ronda illuminato dalle fiaccole e con il gruppo storico vicentino delle Guardie nere, a far rivivere in costume medievale, i duelli dei cavalieri. Suggestiva anche la versione «by night» del Campo della Marta, riaperto ad inizio giugno dopo i lavori di riqualificazione. È positivo il bilancio della manifestazione fatto dagli organizzatori: l’associazione di esercenti e commercianti Vivi Cittadella, Ascom, Pro Cittadella e Comune, con la collaborazione di Confesercenti, Confcommercio e Camera di Commercio di Padova. La formula con uno spettacolo di richiamo, quello comico, con un secondo evento musicale, in questo caso i Noite do Brasil, e altri spettacoli lungo le quattro vie principali e l’area dance, non molto frequentatissima, hanno permesso al pubblico di passeggiare lungo le vie principali dove vari bar avevano potenziato con stand esterni, la mescita di bevande. Non si è riusciti ad evitare che i soliti incivili utilizzassero le vie più buie come wc (2 mobili in piazza Sagrato). Più di uno è stato fermato dai vigili. Soddisfatti delle presenze all’interno dei negozi.
Imponente lo schieramento di forze dell’ordine, carabinieri della locale stazione e del Battaglione di Mestre, ed agenti della polizia locale, che con discrezione hanno vigilato sulla tranquillità dell’evento e controllato la viabilità. A garantire l’assistenza sanitaria un’ambulanza e due squadre in bici di volontari del soccorso della locale Croce rossa italiana. Appuntamento ora al 2011.

I commenti sono chiusi.