Mattino | 05/01/2018

Mercatino di Cittadella

“Posti fissi e via gli stracci”. Un nuovo regolamento per impedire la sosta selvaggia dei banchi e controlli sulla merce in vendita: un “gestore” controllerà i 150 espositori. Un nuovo regolamento e un nuovo “gestore” per impedire la sosta selvaggia dei banchi e garantire il decoro del centro storico di Cittadella durante il tradizionale mercatino che si tiene ogni terza domenica del mese. Ad annunciarlo è l’assessore al Commercio della città murata Filippo De Rossi:”Da tempo i commercianti del centro si lamentavano per come le loro vetrine e serrande venivano utilizzate da alcuni espositori del mercatino.  Dai controlli effettuati dagli agenti della polizia locale è infatti emerso come diversi ambulanti utilizzassero vetrine e serrande come attaccapanni, creando un certo disordine sotto i portici”.Il nuovo regolamento che verrà approvato nelle prossime settimane dal consiglio comunale, andrà a disciplinare anche la sosta delle bancarelle:”Finora è valsa la regola del chi prima arriva meglio alloggia,” continua De Rossi “con espositori che si mettevano in fila all’alba per accaparrarsi il posto migliore. Una situazione che era diventata ormai insostenibile”.Con l’approvazione del regolamento i 150 espositori non dovranno più fare le corse, dal momento che ad ognuna verrà assegnata la propria piazzola. Controlli intensificati anche per quanto riguarda la merce messa in vendita “via gli stracci e le merci che con il nostro mercatino non hanno nulla a che fare: la parola d’ordine è decoro”, sottolinea l’assessore che annuncia anche l’arrivo di un nuovo gestore “arruolato dall’amministrazione con un avviso pubblico e che avrà appunto di gestire e promuovere gli spazi”. Dalla scorsa primavera il celebre quadrivio cittadino ospita, accanto ai banchi dell’antiquariato e degli hobbisti, anche i creatori di ingegno e i prodotti da agricoltura biologica.“Anche nel corso di quest’anno non mancheranno gli oggetti antichi che da sempre caratterizzano il mercatino delle pulci della città, con libri, riviste, utensili, dischi e mobili del passato lungo via  Roma” osserva De Rossi “ in via Garibaldi si potranno acquistare gli oggetti da collezione degli hobbisti, via Indipendenza continuerà ad ospitare o creatori d’ingegno, con una particolare ricerca all’attenzione per il nuovo, con uno sguardo al futuro. Infine in via Marconi spazio per gli espositori dei prodotti da agricoltura biologica che evidenzieranno l’interesse per la salute e l tutela dell’ambiente”.

I commenti sono chiusi.