Procittadella | SETTEMBRE 2013

LE MURA RESTAURATE L’INAUGURAZIONE

Dieci giorni di eventi, un’attesa crescente Miglia di firme sul nastro color granata che ha portato cittadella nel guinness dei Primati, ma sopratutta nella storia grazie al completato recupero conservativo delle mura, perfettamente fruibili dal visitatore, moderna trasposizione dell’armigero medioevale. In molti, almeno 5mila, non sono voluti mancare sabato  8 giugno pomeriggio in campo della Marta, luogo clou della cerimonia di inaugurazione.
Un sogno che si avvera, vent’anni di lavori, scetticismi ampiamente superati. Le mura sono totalmente recuperate e percorribili sul camminamento. Mai come in questo giorno Cittadella è vestita a festa, tensione un po’ palpabile affinché nel giorno atteso i grandi lavori per prepararlo siano ripagati.
E’ la banda Ciro Bianchi con il gruppo Majorettes ad intrattenere il pubblico. Il gruppo medioevale L’Arme la dame i cavalieri schierato riporta Cittadella indietro nel tempo. Ci sono le autorità: il sindaco Giuseppe Pan, il senatore Massimo Bitonci, il governatore del Veneto Luca Zaia, il vicegovernatore Marino Zorzato, il presidente del Consiglio regionale Clodovaldo Ruffato, i’onorevole Flavio Rodeghiero, il vescovo emerito Antonio Menegazzo e molte altre. E come ogni grande festa che si rispetti, anche un ospite d’eccezione e gran mattatore: Il presentatore Gerry Scotti.
“Ci riempie di orgoglio aver restituito un bene così prezioso dopo vent’anni  e venticinque milioni di euro”, spiega il sindaco nei doverosi discorsi ufficiali. Zaia ironizza lodando le capacità dei padovani ed a lui, trevigiano “rode un pò”. Applausi e la tensione che cresce, freme la voglia di percorrere tutto l’elisse fortificato. Chi l’avrebbe mai detto? Promesse, una delle tante, si commentava qualche anno fa. Ed invece manca poco al momento storico. Il Gerry nazionale con le sue battete che strappano sorrisi e soprattutto applausi, ricorda il suo passaggio a Cittadella che ora ritrova in una nuova veste che lo affascina. Parole non di circostanza. Arriva il momento cruciale.
Fiocco granata di 5 metri per 5e nastro unico di inaugurazione più lungo del mondo su una città medioevale srotolato per 1660 metri, fanno raggiungere il record. Impegnati ben 100 alfieri ( studenti delle scuola superiori) sul camminamento con la staffetta aperta da Andrea Pierobon, portiere del cittadella calcio, poi alle nuotatrici cittadellesi Nancy Stoppa e Maddalena Andreatta, ed a chiudere Fabio Cattapan di Banca Mediolanum.Tutta la cerimonia avviene in diretta televisiva e chi non riesce ad essere in Campo della Marta può seguirla dal maxi schermo in piazza Pierobon. Il taglio del nastro avviene sulle mura con Gerry che saluta e ringrazia tutti gli intervenuti. La conclusione ufficiale dei festeggiamenti avviene domenica ed è affidata alle Circle Symphony  Orchestra.
Dopo il concerto lo spettacolo pirotecnico.
La festa è veramente finita. Cittadella ora si può offrire al meglio. Ma nel calendario c’è un altro appuntamento non molto lontano. Quello del 2020. Cittadella compirà 800 anni.

I commenti sono chiusi.