Gazzettino | 14/05/2016

L’APERITIVO REGALO DI HEMINGWAY

Presentato ieri Mesoevo, il rivale dello spritz suggerito da un manoscritto a Conte e Christian Lorenzato.

Una bevanda che possa diventare tipica a Cittadella portando il nome della città medievale fuori dai confini regionali e nazionali. Si chiama Mesoevo il cocktail-aperitivo presentato ieri in municipio.
L’ispirazione l’ha data il grande scrittore statunitense Ernest Hemingway a Christian Conte, titolare del Caffè Milano. Nel racconto “La scomparsa di Pickles Mc Carty” (riscoperto negli anni settanta e noto come manoscritto MS 843) che Hemingway scrisse nel 1919 all’indomani del suo rientro in patria, a guerra appena conclusa, nella parte iniziale si legge: “Ma hai tu mai visto il sole sorgere, almeno una volta, dal Monte Grappa, o sentito nel sangue dentro di te il crepuscolo di giugno sulle Dolomiti o gustato il liquore Strega a Cittadella, o camminato per le vie di Vicenza, di notte, mentre la luna ti bombardava?”.
“Hemingway autista di ambulanze della Croce rossa amaricana ha amato la nostra terra seppur vista nel periodo bellico – spiega Conte – Mi ha dato l’ispirazione, partendo dal suo liquore preferito, per crearne uno che possa diventare tipico della nostra Cittadella anch’essa amata dallo scrittore”. La proposta è stata allargata, accolta e affinata. Varie le prove e ieri in municipio alla presenza del vice sindaco reggente Luca Pierobon, dell’assessore alla cultura Chiara Lago, della presidente della Pro Cittadella Marirosa Andretta, dello storico locale Giancarlo Argolini e della responsabile dell’Ufficio Turistico Elena Bonaldo, l’ufficializzazione della creazione della bevanda che è alcolica (circa 13 gradi). Alla realizzazione ha contribuito il barman internazionale Christian Lorenzato. E’ composto da liquore Strega, Mezzo e Mezzo Nardini, selz e foglie di menta fresca. Non è un’esclusiva di Conte, anzi, è lui il primo che vuole diffondere i dosaggi per prepararlo in modo identico, tra i colleghi cittadellesi e non che li desiderino.
Riuscirà a scalzare lo spritz? Si vedrà. E rimanendo in materia di beverage, un altro aperitivo è stato inventato dopo un concorso indetto in occasione del termine del restauro delle mura. Vinse la birreria Alla Torre che ideò la bevanda “1220”, dall’anno di fondazione della città murata.

 

I commenti sono chiusi.