Gazzettino | 25/03/2018

La “saltafossi” degli studenti nel museo di Battaglia

Nel 2016 il varo avvenne sul fossato che circonda le mura medievali di Cittadella. Poi la prova definitiva di affidabilità per l’imbarcazione costruita attraverso un progetto didattico, dagli studenti della scuola Steiner Waldorf Aurora di Cittadella, coinvolgendo anche i genitori, tutto sotto la guida esperta del navigatore e skipper cittadellese Angelo Preden e del maestro Manuel Donato. “Queen of River”, Regina del fiume, un nome altisonante e “cinematografico” dato all’imbarcazione, tecnicamente parlando è una “Saltafossi”. Veniva utilizzata nel recente passato dai contadini, per attraversare i fossati tra un campo e l’altro, fare la manutenzione delle rive o tagliare le canne palustri. È costruita con materiale “povero”, riciclato (legno dei bancali), ecologico. Oggi ha una nuova vita come piccola barca facilmente trasportabile, adatta per i giovani barcari moderni.Domenica scorsa l’imbarcazione è stata donata alla non lontana municipalità di Battaglia Terme, conosciuto come il paese dei barcari, che ospita anche l’affascinante Museo civico della navigazione fluviale. Fino a fine giugno la “saltafossi” realizzata a Cittadella resta collocata nell’ingresso del municipio. Poi verrà portata nel Museo del borgo fluviale che mantiene la memoria del mestiere del barcaro e del quale il prossimo anno con apposite iniziative saranno celebrati i vent’anni di apertura. Al Museo che l’ha ricevuta in dono resta ora il compito di conservarla nel tempo, il tutto con grande soddisfazione della scuola e soprattutto degli studenti, dei familiari e degli insegnanti che hanno collaborato alla sua costruzione nell’ambito di un progetto didattico di grande interesse.

I commenti sono chiusi.