Gazzettino | 10/03/2014

FIUME BRENTA, DIVENTA PIU’ GRANDE E SICURA LA ZONA GOLENALE

Fontaniva
FIUME BRENTA, DIVENTA PIU’ GRANDE E SICURA LA ZONA GOLENALE

(M.C.) Una risorsa tutelata che produce anche investimenti per la cittadina e che per questo viene ampliata. E’ positivo il bilancio che fa l’amministrazione comunale di Fontaniva guidata da Marcello Mezzasalma, a cinque anni, era la primavera del 2008, dall’attivazione dopo la richiesta alla regione Veneto, di concessione di aree golenali del Brenta ad uso parcheggio regolamentato. Il servizio, attivato nella zona del ponte sul Brenta, è stato ora ampliato nell’area demaniale di via delle Giare. I volontari dell’associazione Fiamma Fontanivese non si limitano a regolamentare l’accesso all’area verde, ma la controllano, vigilano sulle zone limitrofe e prevengono comportamenti scorretti. I visitatori che si apprestano a parcheggiare il proprio veicolo nelle aree autorizzate possono utilizzare le strutture messe a disposizione dal Comune, quali container per i rifiuti, borsa/pinza raccogli rifiuti, materiale informativo: il risultato è che con l’apporto di tutti l’area è pulita e senza immondizia. Il ticket da versare – non per i residenti – viene utilizzato per corrispondere un modesto rimborso spese ai volontari, per la manutenzione del verde e delle strutture dell’area stessa, ma soprattutto per ammodernare e abbellire le strutture sportive presenti nel territorio comunale. “Il ticket è un “contributo ecologico” non un biglietto di ingresso- sottolinea il primo cittadino – La popolazione di Fontaniva e non solo, si ritrova così un0area attrezzata, pulita e gestita a dovere senza spendere un euro e senza che l’Amministrazione versi alcuna quota in merito”. Gli introiti derivanti dal ticket ecologico nel 2012, ad esempio, sono stati utilizzati negli impianti sportivi del quartiere dei fiori per lavori di illuminazione, sistemazione del manto erboso, creazione di un campo da beach volley e installazione di due docce.

I commenti sono chiusi.