Gazzettino | 23/08/2017

È russo il primo “si” estero

Nozze nella sala del Capitano

La sala nobile della Casa del Capitano dove c’è anche l’ingresso al camminamento sulle mura medievali e la sede dell’ufficio Informazioni ed accoglienza turistica, è inserita negli spazi comunali per le celebrazioni dei matrimoni con rito civile, ma quanto avvenuto alcuni giorni fa non era mai capitato prima. A dire il loro “si” una coppia internazionale. Lo sposo italiano e la sposa proveniente dalla Russia. Invitati dei due pesi, come si conviene, ognuno però con la conoscenza della propria lingua madre. Nessun problema però perché l’ufficio Iat ha messo a disposizione una delle collaboratrici, Erica Zarantonello, che conoscendo il russo ha seguito con particolare attenzione gli invitati stranieri per ogni loro necessità. La cerimonia si è poi svolta in lingua inglese, conosciuta, chi più chi meno, da tutti i presenti. Il servizio offerto dall’ufficio turistico è stato comunque molto gradito e apprezzato dagli ospiti e soprattutto dai neo sposi.

I commenti sono chiusi.