Gazzettino | 6/09/2013

E LA CITTA’ SI SCOPRE CENTRO COMMERCIALE “NATURALE”: PREMIATA

Come un centro commerciale, ma “naturale”. Il perimetro: le mura. I negozi: quelli all’interno della cinta muraria. E ci sono anche i parcheggi. Il Comune di Cittadella con il suo progetto è risultato primo tra le 29 municipalità partecipanti al bando regionale che ha stanziato 5 milioni di euro per la rivitalizzazione dei centri storici e urbani e la riqualificazione delle attività commerciali, ottenendo 200 mila euro ai quali se ne aggiungeranno altrettanti dati dai partner che assieme al Comune hanno fatto squadra raggiungendo l’importante obiettivo. Si tratta di Confesercenti Padova, Cescot Veneto, Ascom Confcommercio, Pro Cittadella, Camera di Commercio di Padova, Cna Padova, Upa e associazione Vivi Cittadella.
È proprio Vivi Cittadella è il nome del progetto vincente elaborato in vari mesi di lavoro “nella consapevolezza che Cittadella è un “centro commerciale naturale” con numerosissime categorie merceologiche e servizi, rispondendo perciò appieno ai criteri richiesti dalla Regione atti a valorizzare proprio queste realtà”, ha spiegato Chiara Lago assessore al commercio ed attività produttive. Il progetto dura due anni a cominciare dallo scorso giugno, ed si articola in una serie di azioni che si raggruppano in due linee operative.
La prima riguarda gli interventi strutturali migliorativi, la seconda è relativa alla promozione ed al marketing della città d’arte.
Nel primo filone rientrano ad esempio, una nuova illuminazione pubblica dei portici, l’eliminazione di tutte le barriere architettoniche, nuovi arredi urbani e molte altre. Relativamente al secondo gruppo: percorsi formativi per gli operatori del commercio e del turismo, incremento delle attività di marketing, potenzialmente di eventi finalizzati alla fidelizzazione delle persone, moderni strumenti di comunicazione tra gli operatori e per i cittadini-visitatori, per citarne alcuni.
Molto quindi il lavoro da fare, ma il primo elemento positivo è rappresentato dal fatto che l’agire unitario tra Amministrazione, associazioni di categoria e associazioni locali, una linea intrapresa da tempo, ha portato ad un altro risultato la cui ricaduta su tutti gli attori non può che essere positiva.

Michelangelo Cecchetto

 

I commenti sono chiusi.