Gazzettino | 30/08/13

DEGANI:”L’AREA NATURALISTICA TRA LE Più BELLE DEL VENETO”

Visita a Carmignano di Brenta della presidente della provincia di Padova Barbara Degani. Con il primo cittadino Gino Carolo, mercoledì si è recata in sopralluogo sul tratto conclusivo del nuovo itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta. Il tracciato che parte da Pontevigodarzere terminerà in uno degli scorci più belli del Veneto, lungo le sponde del laghetto di Camazzole. I lavori sono stati avviati lo scorso maggio. “Questa è una delle aree storico naturalistiche più prestigiose del nostro territorio – ha detto la presidente Degani – desideriamo coinvolgere le amministrazioni confinanti per arrivare fino al territorio vicentino. Il nostro obiettivo è di farne un itinerario di livello europeo che, insieme all’Anello dei Colli già percorribile e alla Treviso Ostiglia, ci collegherà a nord con Trento, a Est con Venezia, a ovest con Verona e a sud fino a Ferrara”. L’attuale intervento non riguarda tutto il corso del fiume Brenta, ma la parte a nord di Padova che andrà a collegarsi con il percorso del Muson dei Sassi. Nel 2009 è stato chiesto un finanziamento nell’ambito di un bando transfrontaliero Italia-Slovenia denominato “Progetto Interbike” che permetterà di proseguire successivamente fino ai confini con Vicenza. È stato concesso un importo di 124 mila euro relativo alla realizzazione di due ulteriori chilometri di pista ciclopedonale lungo il fiume Brenta, in direzione nord verso il lago di Camazzole. L’itinerario ha una lunghezza complessiva di 38 chilometri. L’importo complessivo è di 3.200.000 euro di cui 1.600.000 stanziati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, 960.000 dalla Provincia e la somma restante dalla Regione Veneto.

I commenti sono chiusi.