Gazzettino | 24/02/2018

Con Historia la gestione del turismo resta in casa

L’azienda vincitrice è trasformazione dell’omonima che aveva il controlloLa gestione turistica di Cittadella rimane “in casa”, anche se la procedura di aggiudicazione non è tecnicamente ancora conclusa. Nel 2017 la presenza di visitatori sul camminamento di ronda sulle mura di Cittadella, ha contato 85 mila presenze. È un dato certo mentre quello impossibile da calcolare è relativo alla ricaduta sul territorio, città murata e dintorni, certamente positiva. La gestione turistica è quindi diventata dopo il completo restauro della cortina fortificata costato 20 milioni di euro, un’attività di impresa a tutto tondo, dimostrando come i beni artistico – culturali possono diventare veramente una risorsa. Per questo hanno risposto due aziende al bando del Comune per la gestione triennale, marzo 2018 – marzo 2021, del monumento e della promozione turistica attraverso lo Iat. Si tratta di Historia Travel Srl, trasformazione dell’associazione Historia Tourism che ha l’attuale gestione, e un’altra importante impresa, la Ne-t by Telerete Nordest Srl, società del gruppo APS Holding di Padova, da anni operante nei servizi a favore della cultura.Un lavoro attento e certosino quello della commissione comunale nell’attribuzione del punteggio alle proposte delle due società. Società che all’apertura delle buste hanno entrambe scelto il massimo rilancio rispetto alla base d’asta, ossia il 91%, andando a dare quindi annualmente al Comune quasi 20 mila euro accollandosi tutte le spese di gestione del camminamento. La differenza l’hanno fatta le proposte articolate in sei ampi filoni, che hanno visto per la società cittadellese l’assegnazione totale di 69,675 punti mentre per l’azienda padovana 64,685 punti, per una differenza di 5,1. Come richiede la procedura, devono trascorrere 30 giorni, periodo entro il quale potrebbe essere presentato ricorso, per la firma della convenzione. Senza nessun intervento ci sarà l’assegnazione definitiva, in caso contrario si dovrà attendere il pronunciamento dell’autorità amministrativa. La convenzione in essere scade a fine mese, tra pochi giorni. Probabile avvenga un temporaneo rinnovo limitato al lasso di tempo. A Cittadella il modello di gestione pubblico – privato di importanti beni comunali ha fatto scuola. Esempi sono quelli dello stadio Pier Cesare Tombolato gestito dall’As Cittadella e del Centro nuoto Cittadella. Non poteva essere quindi altrimenti anche per le mura e le bellezze del territorio Cittadellese.

I commenti sono chiusi.