Gazzettino | 23/09/2013

COME ERAVAMO, SETTECENTO ANNI FA

Cittadella, dame e cavalieri: oggi tradizionale rievocazione storica
La città murata pronta a ritornare indietro nel tempo a più di 700 anni fa.
Tutta la giornata di oggi sarà dedicata alla tradizionale rievocazione medievale, quest’anno concentrata in un giorno unico, organizzata dall’associazione culturale l’Arme, le dame,  i cavalieri, presieduta da Ferdinando Amabile. Una giornata al castello, si insedia il nuovo podestà, è il tema dell’evento proposto, riguarda la storia viva della vita che si svolgeva a Cittadella qualche anno dopo la liberazione da Ezzelino del 1256.
Vogliamo far rivivere la vita al castello in un giorno in cui c’è l’insediamento del nuovo podestà, inviato da Padova, città egemone, con la sua milizia e come ad ogni avvenimento importante, seguiranno i festeggiamenti con spettacoli di musici, di giullari, falconieri e giochi di fuoco – spiegano gli organizzatori – Mentre si svolgono questi avvenimenti, la vita scorre al castello con i suoi riti quotidiani: il cambio della guardia, la vita dei soldati della guarnigione nella casa del Capitano, le attività degli artigiani, dei mercanti e degli abitanti tutti del castello”. Questo il programma.
Alle 10.30 apertura con ambientazioni in piazza Scalco e centro storico, con mercato medievale, banchetti di artigiani ed antichi mestieri, tiro con l’arco storico e disfide tra arcieri in Campo della Marta. Alle 16 da porta Padova l’arrivo del nuovo Podestà, con la sua milizia ed il suo seguito. Ricevimento in piazza Pierobon e corteo storico di nobili, popolani, arcieri e cavalieri per le quattro principali vie del centro. Cerimonia d’insediamento, spettacolo di falconeria, con didattica ed esibizioni di volo libero di rapaci, duelli di uomini d’arme, con scontri e didattica sulle armi bianche dell’epoca. Esibizioni itinerante di musici e giullari ed al tramonto la fiaccolata. Lo spettacolo dei trampolieri con giochi di fuoco alle 20.30 sarà poi seguito dallo spettacolo pirotecnico. Per tutta la rievocazione in funzione la taverna medievale. L’evento è patrocinato da Comune, Provincia e Regione. Info: 345 6688301

 

I commenti sono chiusi.