Gazzettino | 06/09/2018

Città murata: l’invasione cinese

Cittadella meta turistica anche per i cittadini della Repubblica Popolare cinese. Mai come registrato in questi anni: solo ad agosto 53 turisti cinesi hanno visitato il camminamento di ronda sulle mura e la città murata. Ma, spiegano all’ufficio Informazioni ed accoglienza turistica (IAT), si tratta solo dell’ inizio. «Il 2018 è stato decretato l’ anno del “Turismo Europa Cina”- spiega Elena Bonaldo responsabile dello IAT – Save, la società che gestisce il comprensorio aeroportuale Venezia- Treviso, ha integrato un volo diretto da Venezia a Pechino, che sta portando un notevole flusso turistico in Veneto. In questa dinamica, come IAT desideriamo avere un ruolo attivo concretizzando accordi.escursionistici.con partner cinesi.» Proprio il primo di questi.è avvenuto il 31 agosto e si è svolto in collaborazione con l’ Amministrazione comunale e la Regione del Veneto. Università cinesi a Cittadella, il titolo dell’ iniziativa. «Un’ ulteriore occasione per la nostra città di farsi conoscere e di promuovere le sue bellezze. L’auspicio è che questo nuovo incontro sia l’ inizio di una nuova amicizia e possa gettare le basi per possibili future collaborazioni oltre oceano», ha evidenziato il sindaco Luca Pierobon. Si è trattato di un gruppo di docenti e studenti di alcune università cinesi, in Veneto per girare un primo video promozionale sulle città murate del Veneto. Il progetto è patrocinato dall’associazione Città murate del Veneto la cui presidenza è attualmente in capo al sindaco di Montagnana, Loredana Borghesan. Aderiscono gli atenei New York Institute of Technology, Communication univeristy of China, Beijing, Shangai Publishing and Printing College, University of Wollongong in Dubai e l’ associazione Americus Universitas. Il documentario sulle città murate che verrà realizzato in versione breve promo e video di 3 minuti, si.concentrerà sulla cultura, le tradizioni e il modo in cui queste città sono state preservate e su come i cittadini cinesi vedono il Veneto. Oltre alla didattica, c’è anche la promozione del Veneto in Cina , certamente prezioso per lo sviluppo turistico

I commenti sono chiusi.