Gazzettino di Padova | 08/04/2015

CITTA’ RETROVIA DEL FRONTE

Non è stato secondario il ruolo di Cittadella nella Grande Guerra, così come pure del territorio circostante, zona di retrovie rispetto al fronte montano. Cittadella non vuole dimenticare e in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale, ha organizzato una serie di eventi che coinvolgeranno tutti i cittadini. Sono in programma da sabato 9 maggio a domenica 28 giugno.
Ecco il programma generale. Una mostra sulla Grande Guerra sarà allestita nella Chiesa del Torresino e vedrà l’esposizione di numerosi reperti originali. E’ curata dal Comune e dal Gruppo Alpini di Cittadella. Sabato 30 e domenica 31 maggio nella sala conferenze della Torre di Malta, si svolgeranno le giornate didattiche per gli studenti.
Nella centrale di piazza Pierobon e nella laterale piazza Scalco, domenica 31 maggio sarà allestito un ospedale da campo. Nella stessa giornata sul torrione di porta Bassano, quello più alto tra i quattro che compongono la fortificazione, sarà installata una postazione di mitragliatrice. Sempre il 31 maggio in piazza Pierobon e al monumento degli Alpini di Villa Rina, omaggio ai caduti con sfilata e deposizione delle corone. Seguirà una celebrazione religiosa nel cimitero Austro-ungarico.
Cittadella quindi non dimentica e non vuole far dimenticare, visto che cent’anni fa è stata la sede di sette ospedali militari e del tribunale del 4. Corpo d’Armata. Documenti alla mano – ne è ricco l’archivio comunale – Cittadella era la seconda linea del fronte con il quartier generale del 4. Corpo d’Armata che occupava vari spazi del centro storico mentre il Tribunale era nell’attuale Villa Rina. Proprio nella città murata, nell’ospedale militare che era nell’attuale palazzo Mantegna e che poi fu trasferito nel convento dei francescani in Borgo Treviso, fu registrato il primo caso italiano di “spagnola”, influenza che fece milioni di morti. In quanto seconda linea, Cittadella fu anche crocevia basilare per chi si recava al fronte.
Cittadellesi di tutte le età e turisti saranno coinvolti negli eventi ai quali collabora anche l’ufficio turistico Iat a Porta Bassano. Quest’ultimo sta organizzando anche una giornata di escursione nel Monte Grappa (info 049. 9404485).

I commenti sono chiusi.