Mattino | 17/08/2013

CAMPO DELLA MARTA IN AFFITTO

Il comune di Cittadella punta a sfruttare l’anfiteatro risparmiando 50 mila Euro di manutenzione l’anno
Silvia Bergamin

Affitasi Campo della Marta. Tra crisi, austerity e spending review la via per gli enti locali è obbligata e a Cittadella si corre ai ripari, mettendo all’asta l’utilizzo di una delle aree pubbliche più pregiate, tra le mura e Palazzo Mantegna. “Andremo a risparmiare 50 mila euro all’anno di manutenzioni, con queste risorse andremo incontro alle famiglie in difficoltà”, fa sapere il sindaco Giuseppe Pan.
La base d’asta è di 4 mila euro l’anno, la concessione avrà la durata di 5 anni. E alla notte si chiude: Campo della Marta rimarrà off limits dall’una alle 9 del mattino. Un’idea – quella della chiusura notturna – che il primo cittadino e il comandante della polizia locale, Antonio Paolocci, avevano già paventato qualche settimana fa reagendo al susseguirsi di vandalismi nello spazio all’ombra di Porta Vicenza. L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di potenziare e valorizzare “l’offerta sociale, culturale, artistica, musicale, ricreativa che dovranno distinguersi per qualità e originalità”. Inoltre dovranno essere realizzati progetti che siano “espressione dell’identità culturale locale”; si chiederà anche l’attivazione di adeguati strumenti pubblicitari in grado di potenziare la visibilità dell’area permettendole di raggiungere la scena nazionale. Al bando saranno ammesse imprese pubbliche e private, fondazioni e consorzi che siano dediti ad “attività culturali, di organizzazione di spettacoli ed eventi, di marketing”.
Il comune cosa avrà dal concessionario oltre al canone annuale? Non solo la manutenzione – sfalcio dell’erba, potatura delle aiuole, irrigazione, cura dei marmi, servizi igienici, eccetera – ma anche l’installazione entro un paio d’anni di 10 nuovi punti luce, secondo una progettazione vagliata dall’ufficio tecnico: inoltre chi vincerà il bando dovrà farsi carico di strutture in acciaio che di fatto chiuderanno Campo della Marta regolamentandone l’accesso sia durante le manifestazioni – torneranno i concerti in Campo sullo stile Zed di Piazzola sul Brenta? – sia negli orari notturni, considerato che l’apertura sarà dalle 9 a un’ora dopo mezzanotte.
“Abbiamo preso questa decisione con l’obiettivo di far conoscere lo spazio e l’area verde dietro il municipio e fare così in modo che i cittadellesi possano vedere ampliata l’offerta culturale, con proposte continuative per tutto l’anno. Non posso negare che incida anche la necessità di risparmiare, questi 50 mila euro di manutenzioni ordinarie annuali che non dovremo spendere potranno sostenere le famiglie più bisognose della nostra comunità”, sottolinea Pan. Che fa notare come il Comune avrà libertà di “utilizzare lo spazio per le proprie attività per almeno 30 giorni all’anno”. Il Comune si è tutelato chiedendo una cauzione di 10 mila euro, una fideiussione di 50 mila e un’assicurazione che preveda almeno un massimale di 2 milioni di euro.

 

I commenti sono chiusi.