il gazzettino | 10/12/2010

Boom di turisti attratti dalle Mura

La cinta muraria è una vera e propria attrazione turistica. Lo confermano i numeri. Rispetto allo scorso anno sono 1319 le presenze in più salite sulle mura a visitare il camminamento di ronda. Cifra che in queste ultime settimane è destinata ad aumentare. Nel 2009 si sono registrate, fanno fede i tagliandi dei biglietti, un totale di 17.701 persone. Il dato degli undici mesi 2010, fino a novembre, è di 19.020 persone. E crescerà ancora di alcune centinaia di unità. Un risultato che premia la politica di riqualificazione intrapresa già da tempo dall’Amministrazione Comunale e l’azione di promozione turistica utilizzando vari canali. Se si considera che mancano poche centinaia di metri di cinta, quella tra porta Padova e porta Treviso in Riva dell’Ospedale, per concludere il recupero di tutto il perimetro ellittico poi visitabile, anche per gli anni a venire, la voce turismo non può che essere primaria per Cittadella. Cittadella che riserva sempre nuove sorprese riguardo la cortina fortificata. Ad ottobre, dopo il restauro di porta Padova, la possibilità per i visitatori di entrare fino all’interno della torre dell’orologio.
Ma in tema di promozione della Città d’Arte, non solo il turista, ma anche il cittadellese, può farsi promotore della propria storica cittadina. Come? Acquistando all’ufficio Informazioni ed accoglienza turistica in porta Bassano (ingresso camminamento), simpatici souvenir su Cittadella. Alcuni esempi? Spille (0,50 e 1 euro), cartoline (4 per 1 euro), portachiavi (2 euro), tappetini per il mouse (3 euro), Dvd sulla città (3 euro), borsa di cotone (2 euro) e poster (da 1 a 4 euro). Ed ancora i libri: Guida turistica Biblos (7 euro), Storia della Pieve di San Donato (5 euro), Guida delle città dell’Esagono (8 euro), Storia di Cittadella in due tomi (90 euro) e molti altri ancora. Per ricordare e dar ricordare la città murata che nonostante i quasi 8 secoli (è stata fondata nel 1220), è capace di mantenere il fascino e la suggestione della storia.

I commenti sono chiusi.