il gazzettino | 10/06/2011

Alunni a guardia delle mura

CITTADELLA Monitoraggio della classe terza dell’istituto geometri Girardi
Alunni a guardia delle mura
Rilievi topografici sul quadrante nord ovest, che pende verso l’esterno

Venerdì 10 Giugno 2011,
Dalla teoria alla pratica, dalle lezioni in classe all’azione sul campo per un migliore apprendimento ed una preparazione più completa nel passaggio dalla scuola al mondo del lavoro. Se a questo percorso si unisce anche la possibilità di tutelare un prezioso bene architettonico, in questo caso le mura medievali di Cittadella, quanto svolto dagli studenti di terza dell’istituto Giacinto Girardi è molto di più che una esercitazione pratica.
Nei giorni scorsi sulle mura cittadine in azione gli studenti della terza AC, corso geometri, per effettuare un monitoraggio. I giovani dell’Istituto diretto da Laura Gioia,
erano guidati dal professor Antonio Parodi.
È il secondo anno che si svolge l’attività pratica che ha visto gli studenti impegnati nello svolgimento dei rilievi topografici del tratto di mura che parte da porta Bassano arrivando a Porta Treviso, il quadrante nord-ovest. Il quadrante più delicato poichè un tratto pende verso
l’esterno. Anni fa è stato oggetto di un complesso lavoro di sostegno con tiranti, manufatto interrato e non visibile ad occhio nudo. Come si sa le mura non hanno fondamenta, ma poggiano sul terrapieno.
L’attività scolastica svolge anche l’importante ruolo di legare gli studenti al territorio. Oltre ad applicare quanto imparato sui banchi di scuola attraverso l’uso pratico di strumenti professionali come la stazione totale elettronica, il prisma e il Gps, Global Position
System, cioè il sistema di rilevamento satellitare, si controlla anche lo stato di salute delle mura, nella parte più delicata, verificando non ci siano situazioni tali da richiedere interventi più particolari. Le mura sono risultate in ottima salute, nulla di che preoccuparsi. L’anno prossimo, è stato annunciato, il progetto avrà lo scopo di rilevare i movimenti della piattaforma delle mura rispetto al territorio circostante collegandola ad altri punti come la zona dei colli Euganei.
All’iniziativa ha collaborato l’ufficio Informazioni e accoglienza turistica.

Michelangelo Cecchetto

I commenti sono chiusi.