Gazzettino | 05/11/2017

“Grattacielo” acquistato: «Il turismo è in crescita»

A buon fine l’asta per l’hotel Palace già teatro di vandalismi e degrado« A Cittadella il turismo è in crescita non solo perché siamo sull’importantissima direttrice con Venezia, ma anche per le crescenti offerte che rispondono sempre più alle esigenze dei visitatori che desiderano scoprire non solo i grandi centri. Attenti i visitatori anche alle proposte enogastronomiche, ai percorsi nella natura, a fare esperienze sempre più a contatto con i residenti. Un volano per l’economia a cominciare dalle strutture ricettive». Le parole sono dell’assessore comunale al turismo Filippo De Rossi. Se nella città murata è vivace l’attività di esercenti e del commercio seppur quest’ultimo con qualche difficoltà per i prezzi dei canoni di locazione, si intravvede per Cittadella un rilancio a livello ricettivo. L’hotel Cittadella, a due passi dalle mura, è stato acquistato all’asta da alcuni mesi. In corso la trattativa con la proprietà per la riapertura dell’hotel Roma in centro storico ed ultimo in ordine di tempo l’acquisto all’asta a fine settembre, dell’hotel Palace. È il “grattacielo” di Cittadella, ha dieci piani, chiuso da diversi anni. È stato teatro di vandalismi e di dolorosi fatti di cronaca, oltre che di proteste dei residenti perché è stato anche rifugio di sbandati. Innovativo negli anni Sessanta, con una grande capacità ricettiva, un ristorante e al piano terra un frequentatissimo pub e il suggestivo ristorante anche all’ultimo piano con vista particolare sulla città. Insomma per chi volesse investire nel settore, la città murata offre ottime prospettive. In funzione ci sono gli hotel Due Mori, Rometta e Filanda, tutti con annesso ristorante aperto ovviamente anche ai non ospiti. Si sono sviluppate anche varie strutture di bed&breakfast.«È molto positivo che si sia chiusa l’asta del Palace – continua De Rossi -. Non conosciamo chi si è aggiudicato la struttura, ma diamo la nostra massima disponibilità come Comune alla collaborazione per la riqualificazione di una zona importante di Cittadella. È la porta Ovest della città murata per chi proviene da Vicenza. Si tratta di un’area che è inserita nel Piano di assetto del territorio come zona commerciale. Tutti da capire quindi i progetti della nuova proprietà, ma già il fatto di avere un interlocutore specifico che ha investito non poco denaro per acquisire la struttura, è il primo passo per la riqualificazione». «Cittadella è città d’arte. Diventa essenziale quindi ritornare a recuperare spazi ricettivi com’è stato nel recente passato. Questo permetterebbe – conclude l’assessore al Turismo – permanenze maggiori di visitatori, del resto Cittadella è strategica per raggiungere molti centri, perché non approfittarne?».

I commenti sono chiusi.